Costruire insieme una strategia per supportare donne richiedenti asilo e rifugiate con il progetto Leaving violence

Nov 29 • Centro Antiviolenza, Evidenza 1, Notizie • 32 Views • Commenti disabilitati su Costruire insieme una strategia per supportare donne richiedenti asilo e rifugiate con il progetto Leaving violence

Workshop online su Zoom organizzato da D.i.Re e Unhcr venerdì 4 dicembre 2020 – ore 9.15-13.

A 3 anni dalla conferenza che, a dicembre 2017, diede l’avvio al progetto Leaving violence. Leaving safe realizzato da D.i.Re in partnership con Unhcr, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, molte cose sono cambiate.

Delle 81 organizzazioni che compongono la rete D.i.Re, 77 hanno preso parte alle attività del progetto, in particolare alla formazione per le operatrici proposta, 31 hanno accolto nelle loro équipe una delle mediatrici culturali formate nell’ambito del progetto nel corso di questi tre anni, mentre le istituzioni e organizzazioni coinvolte a livello territoriale sono stati centinaia.

Eppure il numero delle donne migranti richiedenti asilo e rifugiate che accede ai centri antiviolenza resta esiguo, soprattutto se confrontato con il numero potenziale di coloro che hanno subito una qualche forma di violenza, nel paese di origine, in transito o in Italia.

In questi tre anni i flussi migratori si sono modificati ed è cambiato, e nuovamente cambierà, il funzionamento del sistema di accoglienza, in ragione dei cosiddetti Decreti Salvini del 2018 e 2019 prima, e dei correttivi introdotti il 21 ottobre con il decreto legge 130/2020.

La pandemia del Covid19 ha ulteriormente complicato la situazione.

Guardando ai risultati del percorso di monitoraggio e valutazione che ha accompagnato tutte le fasi del progetto Leaving violence. Leaving safe e all’esperienza dei centri antiviolenza D.i.Re nei diversi territori, il workshop propone di rispondere insieme ad alcune domande chiave per valorizzare le conoscenze e competenze acquisite da operatrici, mediatrici ed équipe, individuare le proposte strategiche per rendere sostenibile il lavoro dei centri antiviolenza al fianco di donne migranti richiedenti asilo e definire le richieste da fare alle istituzioni, anche in vista del nuovo Piano nazionale antiviolenza triennale e dell’elaborazione delle Linee guida sulla violenza di genere che l’Unhcr ha avviato in collaborazione con la Commissione nazionale per il diritto di asilo.

PROGRAMMA

Venerdì, 4 dicembre 2020
Link Zoom https://zoom.us/j/96755291530 | ID riunione: 967 5529 1530
9.15-9.30 Accesso delle partecipanti
9.30-9.45 Saluti introduttivi

Manuela Moy, Unhcr Senior Protection Associate SGBV
Celina Frondizi, Esperta LVLS, Centro antiviolenza Ananke – Pescara

9.45-11.00 Presentazione, discussione e adozione delle proposte strategiche
emerse dai lavori di gruppo
Finalizzazione partecipativa del documento
11.00-11.15 Pausa Zoom-caffè in plenaria

11.15-11.45 Il referral delle donne migranti richiedenti asilo
Le linee guida sulla violenza di genere Unhcr – Commissione nazionale per l’asilo

Helena Behr, Unhcr Senior Protection Associate
Le linee guida “Seconde a nessuno”
Claudia Pividori, esperta Centro Veneto Progetti Donna – Padova e Paola Degani,
Università di Padova, Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Il protocollo d’intesa tra centro antiviolenza e Commissione territoriale per l’asilo
Yodit Abraha, mediatrice culturale e operatrice Le Onde – Palermo e Maria Grazia
Patronaggio, Presidente Le Onde – Palermo

11.45-12.30 Ieri. Oggi. Domani. I passi da fare per concretizzare le proposte emerse
Discussione su una possibile strategia di advocacy per la sostenibilità

12.30-12.45 Note conclusive
Antonella Veltri, Presidente di D.i.Re
Unhcr Protection SGBV Expert

12.45-13.00 Valutazione della giornata
Facilitazione: Cristiana Scoppa D.i.Re – ufficio stampa
Giulia Corgiat Mecio D.i.Re – supporto tecnico Zoom

Related Posts

«